Il Primario in pediatria dell’Ospedaletto e la mascherina

Dottor Enrico Felici – Primario in pediatria all’Ospedale Cesare Arrigo.
  • E’ presumibile che anche i bambini durante la fase 2 debbano portare la mascherina soprattutto se con i genitori si recheranno in luoghi molto frequentati?

Con la graduale ripresa delle attività e il passaggio alla fase 2, lo scopo delle mascherine chirurgiche o di stoffa rimarrà quello di proteggere la comunità. Ci sono infatti persone infettate dal COVID-19 ma asintomatiche e dunque capaci di diffondere il virus.

La mascherina andrà sempre indossata in luoghi in cui sia difficile mantenere una distanza di sicurezza (circa 2 metri), come al supermercato, in farmacia, nei negozi o dal dottore ma anche all’aperto in luoghi affollati. In casa, se non ci sono malati, le mascherine non sono necessarie.

  • Da che età è meglio indossarla?

Dai 2 anni in su. La mascherina non va indossata se il bambino ha difficoltà respiratorie oppure se è incapace di rimuoverla da solo.

Per un bambino le dimensioni di una mascherina sono in media 12×25 cm, considerando l’età e il fatto che la mascherina deve aderire bene al volto e coprire bocca e naso del bambino.

  • Per i bebé ci sono indicazioni particolari?

L’utilizzo diffuso in adulti e bambini delle mascherine così come la frequente detersione delle mani ha l’obiettivo di tutelare anche i neonati.

Tutto il bello del Monferrato per le famiglie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.