Al Castello di Montemagno per la Festa del Pane

Ogni borgo monferrino ha una sua identità che nasce non solo dai suoi luoghi più caratteristici e storicamente rilevanti, ma anche dalla festa che con cadenza annuale è richiamo per i paesi intorno e per i visitatori anche da fuori regione.

In Monferrato ci sono tante cose buone,

ma tutte esaltate da un accompagnamento indispensabile:

il pane

E di pane buono noi ne sappiamo qualcosa e a ricordarcelo è la festa al Castello di Montemagno PANE AL PANE che si terrà da venerdì 27 a domenica 29 maggio.

l Castello di Montemagno bellissimo imponente era originariamente una struttura di difesa, in seguito trasformatasi in dimora signorile, senza cancellare del tutto il suo glorioso e bellicoso passato.

Possiede scuderie e, nei sotterranei, le carceri e un’ampia sala chiamata l’Aula del Senato.

I muri della scarpa, in alcuni punti altissimi, per assecondare l’elevarsi del terreno sul quale poggia l’edificio, sono, in gran parte, ciò che rimane del primitivo Castello, che era un fortilizio, non certo una residenza signorile.

Sono del secolo XIV le belle finestre ad arco acuto, con giro policromo, in cotto e tufo alternati, fregi in cotto a fogliami e viticci con parte della merlatura, a coda di rondine.

Gli architetti settecenteschi aprirono le finestre rettangolari, costruirono i balconi, rifecero, imitando, ciò che era crollato e sistemarono l’interno.

Domenica si celebra la Grissia da sbocconcellare insieme a salumi artigianali, formaggi, miele e cioccolato.

Dalle ore 18.00 di sabato e dalle ore 12.00 di domenica il paese si popolerà di stand enogastronomici addobbati proprio con la grissia!! Filoni per croccanti bruschette, dadini di pane con sfiziosi formaggi.

La Pro loco di Montemagno farà agnolotti, tris di formaggi con il miele, alici fritte e la torta di pane…ovviamente.

Troverete la Pro loco di Castagnole con carne cruda e salame di cioccolato con assaggio di passito.
La proloco di Grana propone tagliolini al ragù, alle verdure e tiramisù. Gli Alpini il sontuoso bollito e non può mancare l’Associazione del Ruché per degustazioni. Alcuni esempi…

Un’occasione imperdibile per fare un giro per il sentiero panoramico dietro al Castello medioevale, vedere panorami unici con distese di vigneti e campi coltivati ai suoi piedi, entrare nel grande parco, ammirarne i bastioni, il cortile interno che ospita una parte della manifestazione, Il resto nei vicoli del paese che si diramano a raggiera.

Domenica i bambini e non solo, potranno fare mini tour su pony e cavalli

Raggiungete la stupenda piazza di Montemagno dove si scorge il castello tra la chiesa dei santi Martino e Stefano (imponente scalinata) e la chiesa della confraternita della Santissima Trinità.

Domenica 29 maggio esposizione di trattori d epoca all interno del cortile del castello

Mentre vi allontanate al tramonto, passate alla chiesetta rurale di San Vittore (vicino al cimitero).

Anche da quella posizione, Montemagno vi saluterà con un panorama magnifico!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *