Studio Canestri: la sensibilità dentale

Con le temperature che si alzano, la voglia di gelato, granite e bibite fresche diventa proprio un bisogno.

Consumare alimenti molto freddi però può causare fastidi, a volte insopportabili.
Un dolore al dente, anche nei bambini, non è detto che sia una carie!

L’ipersensibilità dentinale, cioè il dolore acuto e di breve durata che può riguardare anche i bambini, ha diverse cause, riconducibili all’erosione dello smalto.

Può capitare che lo smalto non riesca più a proteggere adeguatamente i tubuli dentinali che rimangono così esposti agli impulsi nervosi che provocano il dolore.

  • Si può curare la sensibilità dentale parlandone con il dentista per farsi consigliare in base al proprio caso dentifrici, gel e colluttori che permettono di remineralizzare i denti
  • Spazzolando correttamente i denti, in modo delicato con uno spazzolino a setole molto morbide. E’ bene seguire i bambini durante le operazioni di igiene orale all’inizio per non scoprire inavvertitamente i colletti gengivali.
  • Limitando il consumo di cibi o bevande acide che aiutano nell’erosione dello smalto – Sicuramente abituarsi a bere bibite zuccherate al posto dell’acqua (quindi anche più volte al giorno) espone il bambino ad ulteriori attacchi acidi che favoriscono gli attacchi allo smalto e anche l’insorgere della carie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *