Dr. Peracchio e la miglior cura per il bambino

Il Dottor Peracchio è pediatra omeopata, dirigente medico promozione ed educazione alla salute AslAl.

Molte mamme lo conoscono già: con lui si va a fondo del problema, ma in modo dolce, come sono le sue cure.

Il vero valore peracchio.jpgsono le persone, la loro individualità: nel caso del bambino sono i genitori mediatori indispensabili per la risoluzione dei malesseri dei piccoli,  e non solo i medici e le loro medicine.
malato

Esistono diversi approcci “naturali” alla soluzione dei malesseri dei bambini e dei grandi. Spesso si fa una gran confusione e non si capisce più come operare nel modo più efficace, ma anche nel modo meno invasivo. Come possiamo orientarci tra le tante soluzioni proposte.

1.  La miglior cura è mettere al centro del “Progetto salute” il bambino e non la malattia, chi gestisce la salute mette sempre al centro la malattia e le paure da esse correlate.

Le cure dolci sono :

  • l’amore della mamma e del papà”
  • “la conoscenza della semeiotica del bambino che ogni genitore può apprendere”
  • “la non soppressione dei sintomi che stanno alla base della guarigione della persona”
  • “capire da dove inizia la malattia,e il corretto inquadramento diagnostico da parte del pediatra “;
  • “omeopatia, omotossicologia, aiurvedica, fitoterapia, osteopatia cranio sacrale”.
  • “la soppressione dei sintomi con i farmaci, quando non si riesce a venire a capo del problema”                                      

L’ alimentazione non è forse la soluzione naturale migliore per curare noi e i bambini?

2.  L’alimentazione era un buon sistema di cura moltissimi anni fa, prima delle troppe modifiche degli alimenti avvenuti in questi  ultimi anni, quindi è un utile supporto, ma non sufficiente per gestire la salute del bambino. Ci chiariremo su questi temi durante la serata.

Non vedo l’ora…

Il Dottor Peracchio si era già espresso anche sull‘allattamento  .

– i nostri stili di vita condizionano la struttura del nostro DNA condizionando il nostro benessere. La mamma in gravidanza trasmette informazioni affettive, alimentari, al suo bimbo,.condizionando poi il suo futuro. Capire come bilanciare tutto quello che ruota attorno alla persona diventa importante già da piccoli per evitare un futuro di malattie croniche.

Il primo anno di vita del bambini si dovrebbe caratterizzare esclusivamente di latte materno; la nutrice dovrebbe alimentarsi prevalentemente di alimenti freschi, biologici di filiera corta, geneticamente immuno competenti.

Leggi anche tutti i contributi su Neomamme e Neopapà

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *