Parco della Pastrona: un bosco urbano da riscoprire e curare

Una bella giornata: ci vuole un’avventura nel bosco…”In quale bosco andiamo mamma?”

“E’ a Casale” rispondo io.  “A Casale???” ” Ma se ci sono le case e i parchi gioco…nooo voglio andare in un bosco!!!”

le due gnomeEbbene sono rimaste contente e mai ci saremmo aspettate quello che abbiamo trovato parcheggiando vicino alla piscina Montecarlo (area Ronzone) a Casale.

Oltrepassiamo una sbarra, ci incamminiamo lungo un sentiero nel verde silenzioso e suggestivo di una natura che comincia a scaldarsi dei colori dell’autunno (vedi foto grande in alto). Le due amichette per mano trotterellano felici canticchiando e rincorrendosi. Dietro a frondose piante sulla destra si scorge il Po.

Dopo pochi minutpastrona carrucolai arriviamo ad un’area attrezzata pic nic e giochi, un’area verde dove l’erba cresce spontanea,ma proprio perchè non curata sa più di libertà e avventura.

E poi …sorpresa una carrucola per sfrecciare a tutta velocità.

Un’altalena nave volante (come l’hanno definita le bambine) che muovendosi lateralmente ospita entrambe le passeggere.

pastrona altalenaUna casetta di legno, un piccolo ponte tibetano…tutto in legno… Un’area pic nic con tavoli e panche e 3 postazioni da barbecue. Un’ampissima area verde dove si può giocare a palla, rincorrersi, urlare liberamente…pastrona ponte

Felicità …è tutto per noi….

Certo stupisce il grande lavoro svolto dalla Fiab Monferrato per tenere il parco a posto, erba falciata, sentieri puliti…

Ci avventuriamo tra i sentieri e scopriamo un percorso kintana per Mountain Bike…da lì a poco chiedono il passaggio una decina di ciclisti (i Cinghialotti) …pastrona bici

Allora ripenso a tutte le associazioni di volontari e organizzazioni che si danno tanto da fare sul territorio, ma non sanno dove poter organizzare i loro piccoli eventi: questo è un luogo bellissimo che avrebbe bisogno di qualche evento dedicato alla famiglia per farsi conoscere…per farsi curare….per sentire le grida di tanti bambini che possono giocare a palla o semplicemente rincorrersi senza pericoli.pastrona1

Lasciato così, se si è soli fa un po’ paura…quanta allegria avrebbe bisogno…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.