Big Bench in Monferrato

Si ritorna un po’ tutti bambini e si godono panorami mozzafiato nelle Big Bench di Camino, Grazzano, Vignale, Castagnole, Camagna, Rosignano, Sala, San Salvatore, Lu e Cuccaro Monferrato. Tutte con suffisso MONFERRATO.

Il senso di queste panchine è proprio fermarsi, sedersi tranquilli e contemplare ciò che ci circonda. Il Big Bench Community Project può anche trasformarsi in un percorso a tappe alla scoperta del Monferrato Autentico.

Grazzano Badoglio – ph Giuseppe Catino

Big Bench in Monferrato a Camino n. 117, rosa e rossa, la panchina gigante Rosa Monferrato, più precisamente nella Frazione di Castel San Pietro.

Spettacolare la vista sul Po, sulla Pianura Padana e Monte Rosa!
La si raggiunge con una passeggiata in un boschetto. Chiedete se Ca’ San Sebastiano è aperta per una merenda con torte squisite e un bicchiere di vino! Parcheggiate lì, poi passeggiata piacevole di 20 minuti.


Big Bench in Monferrato a Grazzano Badoglio n. 91 sulla collina di Contrada Cornaleto, uno dei posti più alti del territorio con una bellissima visuale sulle colline, tra le vigne, poco distante dal cimitero (parcheggiate vicino al suo piazzale).
Guarda verso Casorzo, verso tutti i vigneti dei produttori vitivinicoli del territorio e ha anche un nome…Alasia, l’innamorata di Aleramo, colui che fondò il Monferrato secondo la tradizione. Rossa quindi come il buon vino e come il più forte dei sentimenti.
In frazione Moncucchetto anche una SEDIA GIGANTE e vigna con matitoni colorati


Big Bench in Monferrato tra Casorzo e Vignale è arancio e bianca a Vignale Monferrato n. 107.

Una meraviglia nei vigneti della Cantina Accornero. C’è anche una cornice per indimenticabili foto con lo sfondo del paesaggio che riporta una frase di Leonardo Da Vinci “E’ finita un’altra giornata, gli uomini della vigna tornano a casa. Credo che molta felicità sia agli uomini, dove si trovano i buoni vini; il buon vino è frutto di fatica, perchè la terra da sola non basterebbe”


Big Bench in Monferrato a Castagnole Monferrato n. 51 è rossa Ruché.
Si trova in SP94 al Bricco Majoli della Collina Sant’Eufemia. Bellissimo panorama che spazia su tutto il territorio del Ruchè. Scorcio sui castelli di Montemagno e Scurzolengo.

A settembre sentirete un profumo intenso…


Big Bench in Monferrato a Camagna Monferrato n. 119. Presso Regione San Rocco, a Camagna Monferrato (AL), potete cercare il sito alle coordinate 45° 1′ 37.6633” N, 8° 26′ 4.2482” E.
Voluta dall’Associazione Paesaggi Arte e Cultura si trova dove una volta c’era la piccola chiesa dedicata a San Rocco di Montpellier “Protettore dal terribile flagello della peste, degli animali e delle grandi catastrofi …”
HA UNA MINI PANCHINA PER SALIRE!! Bimbi su quella grande, genitori su quella piccola…o viceversa…divertitevi! Magnifico panorama con cupola del campanile della chiesa di Sant’Eusebio.
Bella area pic-nic!


Big Bench in Monferrato a Rosignano Monferrato n. 41 è rossa come il Grignolino. A cura dell’Associazione Madonna delle Grazie, questa panchina si trova in una vigna nei pressi della Cantina Vicara.

Riporta in targa un bel proverbio in dialetto: Da Cellamonte a Rosignano si tira una pietra con la manoDa Rosignano a Cellamonte si sente friggere la padella.

Un panorama mozzafiato dove ci si perde nella conta dei paesini che si hanno di fronte. Aguzzate la vista!!
Dalla Big Bench al Percorso Morbelliano e gli Infernot camere sotterranee scavate nella Pietra da Cantoni, Patrimonio Unesco dal 2014. Posti unici anche per una bella esperienza con i bambini. Per approfondire quindi la visita contattate telefonicamente i riferimenti il giorno prima.


Big Bench in Monferrato a Sala Monferrato n.48 è IN MANUTENZIONE
Rossa Barbera. Si trova appena fuori dal paese in direzione Ottiglio, a bordo strada, vicino alla chiesetta di San Grato.

Un panorama veramente suggestivo tra vigneti e il paese di Sala. C’è anche una panchina di matite colorate simpatica e godereccia, perchè è alla Cantina Botto, dove qualcosa di buono si trova sempre.


Big Bench in Monferrato a San Salvatore Monferrato n. 92 è fucsia perchè a San Salvatore c’è la festa dei rioni.
Il rione promotore della Big Bench è il rione Prelio, che ha come colore simbolo il fucsia.

Un colore che spicca moltissimo a contrasto con il campo di grano dorato. Lasciate la macchina al B&B Ristorante Olympia…e andateci non solo per il timbro sul passaporto.


Big Bench in Monferrato a Fubine n.133
Rosso granata, vinaccia. Il suo nome è Meraviglia. Dalla Big Bench si vedono i paesi di Vignale, Cuccaro, Camagna, Conzano. Presente videocamera installata nelle vicinanze. Comodissima scaletta per salire.
Riporta sullo schienale una frase di Nelson Mandela

.


Big Bench in Monferrato a Lu Monferrato n. 98 di colore giallo e blu, come i colori della squadra di Beach Volley che ha voluto fortemente questa installazione. E’ sulla strada di Mirabello, poco prima del cimitero per chi arriva da Casale.

Parcheggiare a bordo strada…attenti a vedere il cartello. Sosta veloce e poi si va in direzione ->

->Big Bench n.99 a Cuccaro, a pochi minuti da quella di Lu.  Un piccolo Paradiso posto sulla strada panoramica Lu-Cuccaro, sulla sinistra (da fare con una bella passeggiata).
Altrimenti passate non da Lu, ma da Cuccaro, lasciando l’auto nella piazza del paese e andando in direzione della Chiesa della Madonna della Neve. Poi passeggiata fino alla piccola altura con i campi di lavanda (ecco perchè il colore viola) che si affaccia sui paesini in lontananza persi tra un mare di colline. Spiazzo poco prima per un piacevole pic-nic.
A Cuccaro c’è il Museo di Colombo, una chicca!!


Leggi di più sulle Big Bench nell’Acquese

Pensavate fossero tutte rosse?

n. 94 a Vinchio e Vaglio Serra  Panchina gigante color ROSSO BORDEAUX con INTELAIATURA GRIGIA nel Parco della meravigliosa Val Sarmassa. Sulla strada che dal comune di Cortiglione porta al comune Vinchio.

Eccellenze tutte da scoprire raggiungendole in macchina, parcheggiando poco distante e con una bella passeggiata a ridosso dei vigneti, trotterellando fino alla panchina gigante. Infine arrampicarsi facilmente per godere di un magnifico spettacolo.

Vale la pena partire con i bambini da quelle vicine a noi, procurarsi il passaporto per loro (circa 6 euro) e collezionare i timbri che testimoniano il passaggio in posti meravigliosi. Elenco dove trovare timbri e passaporti

Diventerete così big bench hunters perchè per trovarle è anche bello faticare un po’: dopo la soddisfazione e la felicità per quello che ne godrete sarà doppia!!

Ma ai bambini poco importa se tutto questo non viene contornato da un po’ di magia…e la magia la Big Bench ce l’ha perchè ci fa sentire piccoli piccoli di fronte all’esplosione della natura.

Allora perchè non raccontare ai bambini storie di giganti proprio mentre siete seduti sulla panchina gigante?

Meglio sarebbe leggere le storie prima di andare, per poi raccontarle ai bambini guardandoli negli occhi, per non perdere le loro espressioni.
Meglio sarebbe se alla fine della storia ci fosse una bella merenda, anche solo pane e marmellata da sgranocchiare sempre sulla panchina.

Alle briciole ci penseranno gli uccellini…

Ecco due storie sui giganti e un classico…Pollicino se ne conoscete altre segnalate!

I CAPELLI DEL GIGANTE di Gianni Rodari

IL GIGANTE EGOISTA di Oscar Wilde

POLLICINO F.lli Grimm (…ci sta)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *