Studio Canestri: fluoro sì, fluoro no.

Eravate tra le “fortunate” che si sono vinte la pastiglia di fluoro tutti i giorni durante l’infanzia? Io ero una di quelle… mia mamma ce la faceva trovare sul comodino. Ultima cosa da fare prima di addormentarsi…

Questa è una pratica ormai sorpassata, me lo ha spiegato l’igienista dello Studio Dentistico Canestri. Se ingerito in quantità infatti il fluoro diventa tossico.

Se prima l’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomandava gocce o pastiglie di fluoro durante l’infanzia, da pochi anni a questa parte le linee guida sono cambiate.
Si privilegia di gran lunga l’uso del fluoro per via topica, cioè l’applicazione locale sui dentini, per aiutare la mineralizzazione dei denti e la prevenzione alla carie.
Si va dritti sull’obiettivo, aumentando l’efficacia!

Vanno quindi benissimo dentifrici e colluttori al fluoro e all’occorrenza applicazioni di fluoro da fare presso lo studio dentistico.

Il fluoro è sempre consigliato, ma nella misura di “un chicco di riso al giorno” fino ai 6 anni, nella misura di “un pisello” per i più grandi.

Per questo motivo verso i 24 mesi è importate la prima visita dal dentista.
In base a moltissimi fattori – tipo la predisposizione alla carie dovuta alla geneticità, al Ph salivare, alle abitudini viziate ecc. – il dentista saprà dirvi come meglio procedere…
Se basta il dentifricio al fluoro o è meglio ricorrere a un’applicazione di fluoro a livello locale in studio.

Giocare d’anticipo anche in questo caso aiuta nella prevenzione di fastidiosi problemi in futuro.

Il fluoro nella giusta dose è importante in tutte le età.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.