Majorettes: il ritorno alla grande!

cherry-twirl-con-gianna-sassoneE’ come diventare fate con tanto di bacchetta magica:.gli stivaletti bianchi, la divisa colorata ma elegante, passi e piroette che fanno veramente sognare. Movimenti aggraziati che si trasformano in danza, accompagnata da un sorriso che mette allegria al passaggio. Uno spettacolo come forse qualcuna se lo ricorda.

Io da bambina le ho viste una sola volta, ma non le ho più dimenticate.

Domenica 18 settembre abbiamo la possibilità di vedere ben 10 gruppi di majorettes in tutto il loro splendore: animeranno il centro di Casale Monferrato a partire dalle 15,30 in occasione della Festa dell’Uva. Un’attività sportiva che alcune veterane vogliono rilanciare anche a Casale: hanno ripreso dai solai i loro bastoni e hanno dato prova di grande sportività e passione, esibendosi anche pubblicamente lo scorso ottobre, nonostante il tempo passato.cereseto-monferrato-sfilata-in-casale-m

Con il RADUNO CON PARATA a Casale  si festeggiano i 50 anni di questa disciplina di sport/spettacolo, iniziata a Casale Monferrato nel 1966.

Questo è il primo Festival di Majorettes del Monferrato e Primo Raduno Italiano dei Gruppi Over per onorare la Città di Casale Monferrato, che per prima costituì in Italia, un gruppo di Majorettes. (Curiosià storica: ai tempi ci fù bisogno di autorizzazioni di pubblica sicurezza per far sfilare le ragazze in minigonna ! )

Ci saranno le Vintajettes del Monferrato – gruppo over –  composto dalle veterane della Mounfrin’à di Casale Monferrato, le Azzurre di Occimiano, con Veterane e nuove leve, con la Filarmonica di Occimiano e le Cherry Twirl di Cereseto Monferrato.


La sfilata si svolgerà Domenica 18 settembre 2016, a Casale Monferrato, con partenza da Piazza Dante, alle ore 16,30 Percorrerà le vie cittadine e terminerà al Mercato Pavia, con l’esibizione dei gruppi.

Se voi mamme e bambine guarderete questo spettacolo sognanti allora sappiate che da Settembre 2016 inizieranno a Casale Monferrato  corsi di tecnica base di twirling ginnastica e twirling per Majoret.

Con il termine Majorettes si indica un gruppo coreografico che esegue figure e passi ben definiti ( il passo “Majorettes”,  ovvero la marcia cadenzata, alternata a saltelli, passi di ballo, slanci di gambe, ecc)  accompagnando le evoluzioni generalmente con un bastone, ma anche con pon-pon, tamburi, bandiere. Le Majorettes partecipano a Parate e feste, ma anche e soprattutto a raduni specificatamente organizzati e  gare sportive, dove vengono eseguite prove “obbligatorie” e esercizi liberi.

La disciplina è sia individuale sia di gruppo ed  anche maschile!  Le coreografie delle Majorettes si ispirano tradizionalmente a quelle “militari”, con composizione di figure geometriche che cambiano velocemente , ma  ci si sbizzarrisce a creare con musiche moderne e con sempre nuovi passi.

majorettes4La tecnica del bastone, l’attrezzo principale della Majoret, si basa sui fondamentali del Twirling e non di rado la Majoret è anche una Twirler .. ovvero un’atleta  con solide basi di ginnastica artistica e ritmica, che esegue evoluzioni veramente spettacolari, con difficoltà molto elevate, che richiedono anni di addestramento sia ginnico che tecnico.

Lo sport Majoret ha una particolarità unica…. E’ uno sport che va allo spettatore e non vice-versa. Pur essendo ormai abituale l’esibizione in palazzetti dello sport,  la tradizione di  esibirsi per le strade cittadine e su palchi nelle piazze, resiste per fortuna!  Questa peculiarità delle Majorettes deve essere sempre preservata!   

twirlingCome detto la preparazione inizia in palestra, con la ginnastica, i passi di marcia e i primi esercizi, per i quali basta un normale abbigliamento ginnico.  Prima si inizia, più si può eccellere ovviamente. L’età perfetta per iniziare è a 5/6 anni , età che permette di scegliere se praticare il twirling  oppure dedicarsi alla “danza Majoret”, apprendendo i fondamentali del Twirling, ovvero la capacità di far roteare il bastone.  Sempre più questa disciplina si connota come “danza sportiva” e oltre al bastone, si utilizzano altri accessori, soprattutto pon pon e bandiere.  A differenza della cher-leader, la majoret non esegue acrobazie, piramidi umane e salti acrobatici.

Le rotazioni con il bastone sono di diverso tipo, lanci, roll sul corpo, flip, passaggi tra le dita e richiedono una particolare coordinazione corpo-bastone,con un allenamento che deve essere molto costante. Ci vogliono anni di pratica prima di arrivare ad eseguire determinati elementi.   Meglio delle parole, sono

i video, di cui le posto il link  ( ne può trovare di numerosi su youtube cercando baton twirling

La “danza Majoret” è uno sport completo, coinvolge tutto il corpo in maniera armonica,  sviluppando in egual misura braccia e gambe,  il senso del ritmo, della musica e l’orientamento spaziale, esercita la memoria. ‘ E’ una disciplina che valorizza le capacità individuali, ma al contempo promuove il senso di “gruppo”, di lavoro di squadra, del “fare insieme”. Un bravo istruttore/istruttrice sa coinvolgere tutti, creando ad hoc esercizi che non escludano nessuno/a.  Si impara a sostenersi, ad aiutarsi a vicenda, a non competere con le compagne, ma stimolarsi nel migliorare la prestazione complessiva.

Riferimenti:  I corsi saranno tenuti da GIANNA SASSONE , storica iniziatrice della tradizione italiana delle Majorettes e prima insegnante della disciplina in Italia. La sig.ra Sassone dirige le scuole di Cereseto Monferrato e di San Mauro Torinese . Potete contattarla direttamente per info, delucidazioni sui corsi  e ulteriori precisazioni  tecniche.  cell. 377 417 8453.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.