Dott.ssa Mattioli: con il bebé dall’optometrista

Nel primo anno di vita del bambino i controlli sono fondamentali.

Uno dei metodi più efficaci per controllare se la vista si sta sviluppando bene in età pediatrica consiste nell’effettuare lo screening optometrico che osserva il funzionamento visivo degli occhi. Non fornisce una diagnosi, ma indica se c’è la necessità di un esame approfondito dal medico competente.
Grazie ad una serie di test specifici, la Dott.ssa Nadia Mattioli, optometrista pediatrica a Valenza, riconosce e valuta le abilità visive necessarie per un buon sviluppo visuo motorio, aiutando a osservare eventuali deficit della visione, che se sottovalutati, potrebbero causare delle complicazioni.

Miopia, ipermetropia o astigmatismo (di una certa entità) sono le prime cose da escludere, come osservare se c’è la presenza di strabismo o occhio pigro.

Intercettando eventuali problemi sul nascere, si può intervenire immediatamente per consentire un buon sviluppo anche con la collaborazione del medico oculista.
Si può infatti procedere al controllo visivo già dai 6 mesi.

La valutazione, anche se così piccoli, sarà organizzata in modo tale da essere piacevole, sotto forma di gioco con mire luminose e suoni che attirano l’attenzione. 

  • C’è per esempio il test che valuta se gli occhi sono allineati alla mira
  • si osserva se il bambino è in grado di osservare una mira che si avvicina (convergenza)
  • Viene anche valutata la capacità del piccolo di seguire una luce in movimento per osservare come si comportano i muscoli.

Quando valutare? Sempre e periodicamente, ma se c’è soprattutto qualcosa che non convince (istinto di mamma) per quanto riguarda gli occhi del piccolo, guardando anche solo una sua foto, toglietevi ogni dubbio e andate dalla Dott.ssa Mattioli che con screening adeguati controllerà le abilità visive dei vostri piccoli.

Dott.ssa Nadia Mattioli – Piazza Benedetto Croce, 26, 15048 Valenza – cell. 333 930 9955

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.