Caccia al Tesoro al Parco di Villa Gabrieli

Molto più che un luogo del cuore…è un parco rifugio, un parco del benessere, un parco che fa stare proprio bene. Il Parco di Villa Gabrieli a Ovada è sempre aperto, accesso libero e gratuito.
Un vero e proprio giardino terapeutico. Per questo motivo la Fondazione Il Cigno Onlus opera con i suoi volontari in questo magnifico contesto per la sua salvaguardia, valorizzazione e promozione.

Ed ecco un nuovo appuntamento “Il Parco delle Regole Gentili”, perchè la gentilezza non è scontata ma è anche frutto di qualche sforzo, guidato da poche ma importanti regole.

DOMENICA 12 GIUGNO dalle ore 15,30 lo staff di C.I.G.NO. organizza un bel pomeriggio per i bambini a PARTECIPAZIONE GRATUITA!

Necessaria la prenotazione al cell. 373 7750681 fondazionecignoonlus@gmail.com

PROGRAMMA

15.30 Accoglienza e divisione in squadre per colore;
16.00: Ricerca dei fiori con le parole della gentilezza divisi per squadra;
16.30: Inizio Caccia al tesoro;
17.00: Corsa intorno al parco ad ostacoli!!
17.30: Saluti e ringraziamenti finali

GIOCHI

Percorso Sensoriale;
Disegna l’emozione a partire dalle 4 stagioni di Vivaldi;
Caccia gli oggetti naturali;
Trova l’orma degli animali del Parco, indovinali ed interpretali;

Gioco finale: RICLIAMO!!

Protagonista sarà ancora una volta la sfera emotiva dei bambini ispirata dalla storia che segue

C’erano una volta tre fiori nell’aiuola di un bel parco. Era molto tempo che non pioveva ed avevano molta sete. Una nuvola bianca nel cielo li vide ed ascoltò la loro richiesta:” Nuvoletta gentile dacci un po’ della tua acqua”. ” Non posso – disse la nuvola- sono bianca e non ho acqua ma avviserò la mia amica nuvola Nera”. Così fece e Nuvola Nera corse a dare acqua ai fiori.

Ma il sole si oscurò perché Nera non lasciava passare i suoi raggi. “Nera ti preghiamo – dissero i fiori- allontanati perché ora che ci hai dato l‘acqua abbiamo bisogno di luce”. Nera si allontanò e tornò a splendere il sole.

I fiori avevano ora acqua e luce ma non stavano bene, non erano felici!

Un giorno al parco arrivarono dei bambini che videro i tre bei fiorellini e si fermarono a contemplarli. ” come siete belli! …Che bei colori avete! “. Mentre li guardavano si accorsero che avevano cartacce intorno ed anche lattine e sacchetti di plastica abbandonati. Allora i bimbi decisero di pulire l’aiuola dei fiori. Quando ebbero finito i fiori si sentirono finalmente felici!

Avevano avuto bisogno dell’acqua, anche della luce del sole ma soprattutto avevano avuto bisogno dell‘ affetto e della gentilezza dei bimbi. Per questo oltre a rispettare la Natura dobbiamo amarla, essere gentili con Lei poiché solo così la renderemo felice e lei, di rimando, farà felici noi con la sua Bellezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.