Il primo cibo, il primo amore

mangiaCi sono domande spesso comuni a molte mamme

Se  il mio latte non soddisfa più il bambino ( non cresce di peso, piange nervosamente ecc) il processo diventa irreversibile ?

Ecco che Monica consulente IBCL  RISPONDE.

Se dovesse capitare innanzi tutto bisognerebbe valutare con il pediatra se è un reale arresto di crescita o se è una scarsa crescita . Nel caso che il pediatra decida di integrare con aggiunte perché valuta che il bambino non stia crescendo nel modo ottimale, la prima scelta per l’integrazione deve cadere sul latte materno tirato. Tirando il latte la mamma aumenta la produzione e intanto può cercare di migliorare la suzione e il trasferimento diretto di latte dal seno al bambino.


Le principali cause di bassa produzione di latte sono 

  • Un neonato che non succhia efficacemente dal seno ( e valutando dal vivo una poppata si può capire )
  • Le poppate sono brevi, poco frequenti
  • Vengono dati altri liquidi ( tisane ecc)
  • Il neonato è disorganizzato nella suzione
  • Vengono tenuti orari – ad esempio ogni 3-4 ore – e non viene quindi allattato a richiesta come suggerito dall’OMS ( ricordiamo che la maggior parte dei neonati poppano 8-12 volte al giorno!!)

allattamentoPer aumentare la produzione :

  • Assicurarsi che il piccolo sia attaccato bene al seno
  • Allattare frequentemente di giorno e di notte
  • Sospendere uso succhiotto così che tutta la suzione anche per conforto avvenga al seno
  • Spremere il latte tra le poppate per stimolare ulteriormente la produzione

Quando si tratta di scarsa crescita la mamma si può sentire “in difetto” e non “una brava mamma”. Può sentirsi inadeguata e per questo avrà bisogno di qualcuno che la sostenga ( con le giuste informazioni) nel percorso per aumentare la produzione e di un pediatra che possa controllare assiduamente la crescita e la salute del piccolo.

Le mamme in queste situazioni sono molto vulnerabili ma sovente per migliorare la situazione e risolverla basterà, una forte motivazione, un pediatra disponibile, sapere dove trovare informazioni utili, sapere di avere sempre la disponibilità telefonica di una consulente IBCLC che seguirà la mamma passo a passo e infine ma non ultimo… un poppante che ami la tetta !!

Monica Bielli – Consulente professionale in allattamento IBCLC – 327 2027093

https://www.facebook.com/groups/sosallattamento/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.