Il papà migliore del mondo? E’ il mio!

“Le cose stanno cambiando e basta guardarsi intorno. Al supermercato, al parco giochi, per la città a spasso, anche a scuola il papà c’è sempre più spesso e vediamo che accompagna e intrattiene i bambini, soprattutto nel fine settimana.
Il materno e il paterno: due ingredienti, ma badate DUE, ENTRAMBI INDISPENSABILI
Sempre più anche al padre è richiesto un ruolo affettivo ed emotivo, non normativo. Si chiede una testimonianza vera di umanità, si chiede la sua esperienza. Non si chiede come si fa perchè sembra che questo sia compito ormai di internet e dei coetanei. Si chiede l’esempio e guai se non si riesce a seguire…viene subito fatto notare!
Forse mai come oggi i padri sono presenti per i figli, complicità regolazione, limite e scoperta verso il futuro.

E’ l’alba di un nuovo tipo di padre: non il padre autoritario, non il padre peluche e sicuramente non si può più parlare di padri assenti. Una figura fondamentale quella del papà soprattutto se pensiamo alla nostra società fortemente femminile per i bambini fin da subito: mamme, maestre, educatrici, pediatre ecc.” (dall’incontro a Casale con Paolo Ragusa 2018)

Il paterno non può mancare…e le mamme lasciano pure spazio all’altro genitore con molto piacere e un sospiro di sollievo! W IL PAPA’

Allora ecco caro papà i 28 consigli utili per accudire il tuo bebé (fonte Unicef)


TUTTO PER LA MAMMA E IL BEBE’

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *