Guido Quarzo e il piacere della lettura ai piccoli

Per me Guido Quarzo è “AMICI NEL MARE”. Non so quante volte l’ho letto alla più piccola. Ha scritto libri ben più importanti e premiati, ma quella storia ci è rimasta proprio in testa.
E’ come un riassunto del modo di scrivere di questo autore molto attento ai bambini. Semplice, diretto, l’azione prevale sulla descrizione. Molte volte il finale rimane aperto…cioè non sembra un finale e allora ci si guarda e si pensa “E adesso?”. Così partono le discussioni, parte la fantasia…si immagina come potrebbe continuare la storia…

Sabato 14 aprile alle ore 16 a Treville, arriva proprio Guido Quarzo alla Biblioteca Comunale Giuseppe Spina che ritorna nel bel paese monferrino dove già fu ospite in alcune passate edizioni della fortunata serie degli Incontri con l’Autore.
Quarzo è, per Treville, un amico caro e prezioso che sarà presente già dalla tarda mattinata di sabato nei locali della Biblioteca Spina per incontrare a tu per tu i suoi piccoli lettori ma anche quei genitori che vorranno conoscerlo personalmente. Ma il clou della giornata resta l’incontro pomeridiano in cui Guido presenterà le sue storie e i suoi ultimi libri pubblicati con la sua inconfondibile verve ricca di accattivante simpatia.
Il momento può essere seguito con piacere dai bimbi ma anche da genitori e insegnanti e l’autore sarà lieto di rispondere alle domande che gli verranno poste, firmare le copie dei suoi libri e consigliare grandi e piccini circa il migliore approccio alla lettura e al mondo fantastico delle storie.

Guido Quarzo, scrittore di romanzi, racconti e poesia per l’infanzia, si è laureato in pedagogia a Torino dove vive tuttora. Ha lavorato per molti anni nella scuola elementare sia come insegnante sia come formatore.

Si è occupato in modo particolare di teatro per ragazzi, scrivendo testi, organizzando laboratori e spettacoli, ed impegnandosi nell’insegnamento della scrittura creativa. Dal 1989 ha iniziato a pubblicare testi per bambini e ragazzi sia in poesia che in prosa. Nel 1995 ha vinto il premio Andersen, rivelandosi fra gli autori di maggior peso ed interesse per la qualità e la quantità della propria produzione.

Particolarmente portato per le immagini fiabesche, ha ottenuto un notevole successo con “Clara va al mare”, in cui ha messo in scena con sensibilità la storia di una bambina diversamente abile che decide di mettersi in viaggio per vedere il mare. Nel 1999 ha lasciato l’insegnamento per dedicarsi completamente alla scrittura. Dal 2011 dirige la Collana bestiale della casa editrice Notes edizioni. Nel 2013 ha vinto il premio Andersen con il romanzo “La meravigliosa macchina di Pietro Corvo” edito con Salani: una storia ambientata nella Torino della prima metà del settecento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *