Dispositivi anti-abbandono: come avere il contributo

Tanti dubbi sull’applicazione delle sanzioni fino ad arrivare allo stop delle multe fino al 6 marzo. La fatidica data però è ormai vicina e mentre c’è chi sta ancora aspettando che arrivi il dispositivo che ha prenotato perchè sono finite le scorte, finalmente arrivano le indicazioni su come ottenere il contributo di 30 euro.

Anche e soprattutto per chi l’ha già comprato e lo sta utilizzando.

Sarà quindi riconosciuto un contributo di 30 euro per ciascun dispositivo acquistato, fino ad esaurimento delle risorse (15,1 milioni di euro nel 2019 e 5 milione di euro nel 2020). Secondo Altroconsumo siccome “sono circa 1,8 milioni i bambini interessati dall’obbligo è chiaro che le risorse stanziate non basteranno per tutti, anzi considerando i 30 euro previsti la copertura sarà per appena 166.666 dispositivi, poco più del 9% dei bambini interessati

Avete tenuto copia dello scontrino fiscale comprovante l’acquisto? Fotocopiatelo su carta non chimica, in modo che non sbiadisca…

Per ottenere il contributo bisognerà farne richiesta registrandosi sulla piattaforma Sogei (non ancora online, sarà raggiungibile dal sito del Mit- Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti) sessanta giorni dal 20 febbraio, allegando copia del giustificativo di spesa.

Ecco dall’Aci le informazioni ufficiali

Il decreto ministeriale che regola la materia dei contributi per i dispositivi antiabbandono è stato firmato dal Ministro (news su http://www.mit.gov.it/comunicazione/news/dispositivi-antiabbandono-de-micheli-firma-decreto-per-assegnazione-bonus). E’ in attesa di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale per poter diventare efficace, tuttavia il testo è già consultabile sul sito del Ministero http://www.mit.gov.it/sites/default/files/media/notizia/2020-01/DM%2039.11%20SEGGIOLINI%20ANTIABBANDONO.pdf

Tanta pazienza…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *